.
Annunci online

  AssociazioneMachiavelli - Umberto Cerroni - il fine si ha a riguardare in tutte le cose
 
Diario
 




 


la nostra email:
ass.machiavelli@libero.it
 



Il weblog dell' Associazione Machiavelli  nasce con l'ambizione di integrare e rafforzare uno spazio di discussione pubblica già avviato con i numerosi incontri organizzati negli ultimi cinque anni sui temi della laicità e della comunicazione scientifica, dei diritti umani e della globalizzazione, dell'informazione e delle istituzioni, della cultura e della stagione politica che stiamo attraversando.

Non vogliamo arrenderci ad una deriva demagogica della pratica politica che appiattendo e a volte azzerando ogni riflessione sulla nostra storia impedisce una seria indagine dei processi di modernizzazione in corso, confinati e consegnati troppo spesso al dominio dell'economia e dello stesso determinismo tecnologico.

Proprio mentre permane una profonda crisi della comunicazione sociale tradizionale (partiti, istituzioni ma anche scuola e università) si assiste ormai da anni ad un forte sviluppo tecnologico di nuove forme comunivative a cui tuttavia non si affianca un analogo sviluppo culturale.

Iniziamo quindi ad usare questo nuovo, prezioso strumento: testardamente cercheremo di discutere con voi. Potete contattare l'Associazione Machiavelli inviando una email avviando e proponendo una discussione.



                          

 



-Naviga nel blog-

[ 2007 ]

27 aprile

marzo - febbraio - gennaio

[ 2006

dicembre - novembre - ottobre

settembre - agostoluglio

giugno - maggio - aprile   

marzo - febbraio - gennaio

[ 2005 ]

dicembre - novembre - ottobre

settembre - agostoluglio  

giugno - maggio - aprile  

marzo - febbraio - gennaio

[ 2004 ]

dicembre - novembre - ottobre

settembre - agostoluglio   

giugno - maggio - aprile   

marzo - febbraio - gennaio

[ 2003 ]

dicembre - novembre

 


Rassegna stampa:

mondoItalia


15 dicembre 2004

L'ADDIO DI SOCRATE

Quando i miei figli saranno cresciuti, puniteli, cittadini, stategli dietro come io facevo con voi, se vedrete che si preoccupano più delle ricchezze o degli altri beni materiali che della virtù e se si crederanno di valere qualcosa senza valer poi nulla, rimproverateli, come io rimproveravo voi, per ciò che non curano e che, invece, dovrebbero curare, se credono di essere «grandi uomini» e poi non sono niente. Se farete questo, io e i miei figli avremo avuto da voi ciò che è giusto.
Ma è giunta, ormai, l'ora di andare, io a morire, voi a vivere. Chi di noi vada a miglior sorte, nessuno lo sa, tranne il dio.

PLATONE, APOLOGIA DI SOCRATE




permalink | inviato da il 15/12/2004 alle 10:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     novembre        gennaio
 

 rubriche

Diario
Analisi politica
Globalizzazione
Identità italiana
Le chiese e lo Stato
Cinema e Teatro
Libri e Riviste
Attività dell'Associazione
Documenti
Rassegna Stampa
Ricerca e comunicazione scientifica
MEDIA
LA SOCIETA' POSTMODERNA
FORUM
AFORISMI
EUROPA, EUROPA
I MONDI DELLA VITA
POESIA
LETTERE E ARTI
SCUOLA E UNIVERSITA'
HUMOUR
NOSTRO PIANETA
UOMINI E DONNE
I NOSTRI SENTIMENTI
CURIOSITA'
FIGURE E DINAMICHE
LEGGE E DIRITTI
METODO
Mappa del Blog
MUSICA
PRO MEMORIA

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom